La compagnia dei cerotti
leggi tutti i Round Robin
creato da giacomo il 26/06/2013
Jack sapeva che una volta entrato nella grotta, aveva poche possibilità di poterne uscire dalla stessa via. Avrebbe dovuto trovare l'altra uscita. Quella nascosta. Ma nessuno era mai riuscito a dimostrare che quell'uscita ci fosse veramente. E lui voleva essere il primo. Fece un respiro profondo, si girò a guardare lo splendido panorama dietro di lui, e fece i primi passi verso l'oscurità.
creato da giacomo il 26/06/2013
La sera era limpida e fresca. Il rumore del treno arrivò di sorpresa, in lontananza. Non c'era nessun treno in arrivo. O almeno non avrebbe dovuto esserci. La brezza della sera soffiava sul viso di Ian. Era emozionato. Non vedeva Carol da 4 anni. Un brivido lo scosse da capo a piedi. Si ricordava come si erano lasciati.
creato da giacomo il 26/06/2013
Mark era un ragazzo, un uomo, con dei principi forti e radicati. Nati e cresciuti nell'arco di una vita in giro per il paese. Suo padre l'aveva trascinato in decine di posti diversi, a causa del suo lavoro. Decine di scuole diverse, decine di compagni di scuola diversi. E solo con uno di essi era rimasto in contatto. Più che in contatto, erano diventati migliori amici. Greg. Questo era il suo nome. La loro amicizia aveva resistito a tutti gli spostamenti di Mark. A tutte le sue nuove vite. Sapevano tutto l'uno dell'altro. Eppure Mark non si sarebbe mai aspettato che Greg lo mettesse in una situazione del genere. Ma ora si trovava li, e doveva prendere una decisione.
creato da giacomo il 26/06/2013
C'era una sera a cena un tizio che mangiava tanto. Davvero tanto. Parlava a sproposito, di continuo. Parlava e mangiava. Mangiava e parlava. Senza sosta. Quella sera però, disse di stare a dieta. Nessuno capì, ma tutti accettarono.